lunedì 26 marzo 2018

Dimagrire a Pasqua? Ecco la strategia salva dieta


Buongiorno, sto seguendo la dieta a zona. Mancano pochi giorni a Pasqua, come posso regolarmi per non recuperare i kg persi? C'è un modo per mantenere il peso stabile e riprendere subito a dimagrire dopo Pasqua?

Grazie per averci scritto. Certo le festività, ma non solo quelle pasquali, possono mettere a dura prova qualsiasi dieta e programma dimagrante, per il semplice fatto che si mangia di più, non in una singola occasione, ma come spesso capita più volte in più pasti e giorni consecutivi.

Questo ovviamente non è un buon segnale per il corpo in fase di dimagrimento in quanto si rompe quel delicato equilibrio creato con la dieta appositamente per spingere il metabolismo a bruciare i grassi di deposito a fini calorici proprio per dimagrire.

Come regolarsi allora? La prima cosa a cui puntare è limitare le quantità complessiva del cibo assunto; la seconda: fare delle scelte di qualità; la terza: stimolare il metabolismo. Ora vediamo rapidamente nel dettaglio questi punti.

La limitazione della quantità di cibo è importante in quanto la regola della riduzione dell'introito calorico, anche se messa in discussione a favore della qualità delle calorie, mantiene il suo fondamento specialmente quando è ampia la disponibilità di cibi a tavola.

Quindi durante le festività mangiare un po' di tutto va bene, ma assolutamente senza esagerare. E' bene limitarsi a porzioni medio piccole, assaggiando tutto con buonsenso, ma con molta moderazione. La seconda linea di difesa della dieta e del dimagrimento è la scelta qualitativa dei cibi.

Come sappiamo, la dieta a zona non è una dieta che esclude categorie di macro nutrienti, in quanto proteine, carboidrati e grassi possono essere consumati equamente, anche se nelle dovute proporzioni (40-30-30 per apporto calorico). Allora come cavarsela durante le festività?

Per quanto riguarda l'apporto di proteine, possiamo essere un po' più elastici con l'assunzione di carne, anche se vale sempre la regola della moderazione. Per quanto concerne carboidrati e grassi dobbiamo fare delle scelte, il che significa: un primo moderato con poco condimento.

Assolutamente evitare un secondo giro e/o addirittura un secondo primo. Quindi evitare il consumo di pane e limitarsi a un piccolo assaggio di dolce a fine pasto. Lo stesso dicasi per gli alcolici. Via libera invece per i contorni, poco conditi, di verdure cotte e/o crude.

Il terzo punto di questo nostro breve vademecum “salva dieta durante le festività” è centrato sul metabolismo, in altre parole tenere alto il consumo calorico per evitare che le calorie in eccesso finiscano con l'appiccarsi addosso sotto forma di grasso corporeo.

Per bruciare più calorie e stimolare il metabolismo è necessario muoversi, in altre parole camminare a passo svelto, magari qualche minuto in più del solito. Questo andrebbe fatto per tutto il periodo delle festività in modo da poter tamponare al meglio gli eccessi calorici.

La passeggiata a passo svelto è il modo più semplice per bruciare più calorie e tenere accesso il nostro motore metabolico. Chi ne ha la possibilità può anche fare di più, andando a correre o con sedute più lunghe di attività aerobica in palestra.

Lo stratagemma di saltare un pasto, quello serale nel caso di un pranzo eccessivamente abbondante (bevendo al suo posto una tisana digestiva), a nostro avviso non è la soluzione migliore in quanto il criterio è evitare di arrivare a questi estremi, però in casi sporadici può essere comprensibile.

Per quanto concerne integratori da assumerre, il nostro consiglio è quello di non tralasciare mai l'assunzione dei preziosissimi omega-3. Gli acidi grassi essenziali che secondo Barry Sears, l'ideatore della dieta a zona, possono aiutarci in 4 modi specifici anche quando siamo a dieta.

Ne abbiamo parlato in modo dettagliato in questo post: vedi link qui. Quello che ci preme ricordare è che secondo Sears ha senso assumere un integratore di omega 3 solo quando raggiunge il 60% di EPA e DHA, quando è prodotto per distillazione molecolare multipla e quando è certificato IFOS su tutti i lotti.